training assertivo“Se non puoi essere una via maestra, sii un sentiero.

Se non puoi essere il sole, sii una stella.

Sii sempre il meglio di ciò che sei.”

Martin Luther King

 

 

 

 

 

Training assertivo

Vi sono persone che riescono a mediare tra i propri bisogni e quelli degli altri senza difficoltà, mostrando grande sensibilità, comprensione e fermezza.

Altre invece, difficilmente riescono ad affermare le proprie idee o a esprimere le proprie emozioni. Per queste persone il timore di poter fare una brutta figura o di essere giudicate negativamente, è tale da costringerle a condurre la propria vita in funzione degli altri, agendo contro la propria volontà nel tentativo di soddisfare e non deludere mai le aspettative degli altri.

Quando si giunge a costanti compromessi con sé stessi per compiacere le altre persone, si finisce con il maturare sentimenti di autosvalutazione e insoddisfazione. Non riuscire ad affermare sè stessi, ad esprimere con convinzione il proprio punto di vista e soddisfare continuamente le richieste degli altri, può essere causa di stress, ansia e frustrazione.

L’assertività è la capacità di relazionarsi con gli altri in modo adeguato, senza ansia o paura, nel pieno rispetto di sé e degli altri.

Il comportamento e la comunicazione assertiva permettono di far valere i propri diritti, esprimere la propria opinione e le proprie emozioni in modo chiaro, realizzando i propri obiettivi e alimentando la propria autostima. In questa ottica l’assertività assume le caratteristiche di una competenza sociale, finalizzata a un migliore adattamento sociale dell’individuo, alimentando la sua autostima e il proprio senso di efficacia.

Il training assertivo promuove lo sviluppo di abilità sociali più efficaci, volte al superamento di atteggiamenti rinunciatari o aggressivi. Lo sviluppo di un comportamento assertivo permette di: esprimere una critica in modo costruttivo, formulare richieste e di insistere senza essere aggressivo, dire no alle richieste degli altri senza sentirsi in obbligo e provare sensi di colpa ingiustificati, esprimere la propria opinione anche se in disaccordo con quella delle altre persone e difendersi dalla critiche.